“STARE BENE”, “ESISTERE BENE”

Anche l’etimologia del termine benessere (well-being) permette di fare una prima puntualizzazione importante: il benessere ha una struttura embodied.

In semplici parole significa che coinvolge sia il corpo (benessere fisico, “stare bene”) che la mente (benessere psicologico, “esistere bene”). Il benessere spesso viene associato al concetto di felicità o alla soddisfazione di vita ma in realtà è molto di più!

Il benessere psicologico viene definito da Ryff e Singer come:

“ Il tentativo di raggiungere l’ottimizzazione mediante la realizzazione delle proprie potenzialità  

Seligman, fondatore della psicologia positiva, definisce il benessere come un costrutto e in quanto tale non è direttamente osservabile (come lo può essere la felicità o la soddisfazione) ma concorrono per definire “ben-essere” cinque elementi misurabili:

  • Emozione Positiva, significa sperimentare nella propria vita più emozioni positive
  • Coinvolgimento, significa l’essere assorto in quello che si sta compiendo
  • Relazioni positive, significa avere delle relazioni sociali positive
  • Significato, significa credere in qualcosa, avere delle convinzioni, valori, mete che supportano la propria vita
  • Riuscita o realizzazione, significa essere consapevoli di aver raggiunto qualcosa nella propria vita

Altri autori, come Ryff e Singer, hanno descritto il benessere caratterizzato da varie dimensioni simili a quelle descritti precedentemente.

In sintesi, una persona si può definire in una condizione di benessere psicologico nel momento in cui esperisce emozioni positive nella propria vita, si sente parte integrante di ciò che compie, le azioni devo essere supportate da convinzioni, valori, mete. La persona, inoltre, deve avere una rete sociale caratterizzata da relazioni positive ed infine deve potersi definire “realizzato di sé stesso”.

Il benessere sarà proprio la fonte di ispirazione per i miei articoli, gli armenti che tratterò riguarderanno gli elementi che costituiscono il benessere.

Questo perché credo fortemente che la psicologia non ha a che fare solamente con “ciò che è patologia” ma anche su ciò che rende bella l’esistenza umana.

Assumendo questa prospettiva è possibile garantire un cambiamento positivo perché tutti desideriamo “ben-essere”.

“Sii il cambiamento che vuoi vedere nel mondo” (Gandhi)

MI TROVI ANCHE SU...